Via Palmiro Togliatti 1, 42048 Rubiera RE

Abbiamo capito cosa chiedeva il mercato e questo ci ha premiati

La parafarmacia di Rubiera ha saputo andare incontro alle esigenze delle persone semplicemente ascoltandole. L’introduzione dell’ortopedia sanitaria ha invece rappresentato un propulsore determinante. “Specializzarsi – spiega il dottor Plessi – è stato fondamentale per creare una nostra identità”

Il rapporto con le persone, la gioia nel dare un consiglio utile a chiunque abbia bisogno di noi e il sorriso che se ne ricava: è questo ciò che mi spinge sempre ad investire ancora nella mia attività”. Sono le parole del dottor Massimo Plessi, farmacista modenese, che nel 2012, quindi esattamente dieci anni fa, decise di aprire una parafarmacia a Rubiera, una cittadina di 15 mila persone, posizionata sulla via Emilia, esattamente fra Reggio e Modena, che, nel giro di pochi anni divenne un vero e proprio punto di riferimento non solo per i cittadini del comprensorio urbano nel quale è ubicata, ma anche per tante persone e per tante famiglie delle zone limitrofe che, nel corso di questi anni, hanno apprezzato la competenza, la disponibilità e la varietà dei prodotti e dei servizi offerti dal dottor Plessi e dai suoi qualificati collaboratori. Nel 2012, il dottor Massimo Plessi, dopo un’esperienza di dieci anni come dipendente in una farmacia di Nonantola e dopo aver studiato il “modus operandi” di vari colleghi titolari di parafarmacie dell’hinterland modenese, traendo gli spunti migliori dell’uno e dell’altro, decise di diventare imprenditore e di aprire la splendida parafarmacia che attualmente gestisce all’interno di un Centro commerciale di Rubiera. Ebbene, quel lavoro di ricerca così minuzioso e attento, nel giro di poco tempo ha consentito al dottor Plessi di ampliare i propri orizzonti aumentando di conseguenza anche il personale, tanto da inserire le dottoresse Silvia Caluzzi e la dottoressa Chiara Prampolini e infine, la specialista Francesca Malagnino, nel reparto di sanitaria-ortopedia, annessa alla parafarmacia, che ha rappresentato il vero elemento di svolta.

Buongiorno dottor Plessi e benvenuto su Expertise Parafarmacie. Ci racconta cosa l’ha spinto ad entrare nel mondo delle parafarmacie pur conoscendo i limiti imposti dalle normative che differenziano l’attività commerciale delle stesse da quella delle farmacie ordinarie?

“Con molto piacere. Ero ben consapevole di questi limiti imposti dalle normative vigenti, ma l’idea di mettermi in gioco è stata più forte dei rischi che avrei corso. Ho fatto il dipendente di una farmacia per 10 anni e ho vissuto una bellissima esperienza che mi ha fatto crescere molto sotto il profilo professionale, ma a 34 anni ho deciso di intraprendere un percorso diverso e più personale, tant’è che dopo essermi confrontato con vari colleghi, in quel momento ho ritenuto opportuno tuffarmi nel mondo della parafarmacia, per il quale ho sempre nutrito un sincero interesse”.

Crea e ricevi 1000 copie gratuite del tuo depliant personalizzato con la foto e la presentazione della tua parafarmacia, per promuovere al pubblico i tuoi consigli all’acquisto e le tue competenze

Confronta gli annunci

Confrontare